Tanti tanti auguri! Buon natale e buone feste!!

Grazie davvero tutti che mi avete aiutato, con gli acquisti sia alla persona in negozio che a remote.
Visto che avevo molto paura durante il lockdown di novembre, vi ringrazio davvero tanto, dal cuore.
Vi giuro, restituirò in qualche modo la vostra gentilezza. Davvero ringrazio.

Avendo voglia di incoraggiare la città con le mie piccole creazioni mi facevo sorridere ma in realtà piangevo ogni giorno, tante volte come se avesse Covid-19 rotto il tappo del mio raclime.
Piangevo, non per la tristezza o paura, ma per piccolo gesto gentile della gente. Sono diventata molto sensibile o forse ero molto arrogante prima.

C’è una ragazza cinese che conosciamo già da 6 anni, viene ogni tanto al negozio. Si è sposata con un italiano ma non parla italiano. Ma ultima volta mi ha provato a raccontare con tutte le sue parole.
Ha detto:
Tanti Italiani mi hanno chiesto se sto bene, e non solo ma chiesto anche la salute della mia famiglia, tutta la famiglia. Tutti mi ha chiesto la salute di tutti miei e ogni volta.

Sapete, che, questo è una cosa molto speciale. Una cosa bellissima di voi. Non facciamo noi cinesi giapponi, chiediamo come stai e basta. Voi, mi chiedete sempre come sto e come stanno.
Questa legame di famiglia, ne avevo meno, sarebbe la vostra forza, punto di vantaggio. Mi sono accolta, sentita fortemente, l’importanza della famiglia e amici sotto il Covid-19.

Anche se nel momento tanto brutto se vivo potrò fare qualcosa. Unica cosa che conta è essere vivo. Ora per me tutte le cose sono miracoli perciò tutte le cose mi fanno piangere.
Se vivessi in Giappone non l’avrei saputo perchè in Giappone non ha fatto lockdown. Ma in Europa ha scelto, la prima importanza è essere vivo, l’economia possiamo pensare dopo e hanno fatto lockdown.
Queste differenze dei sensi di valore mi hanno cambiato.

Per questo il numero alto dei decessi in Italia e questa situazione del Natale mi fanno sentire molto dolore. Nonna che deve rimanere da sola, ragazza che non poteva tornare a casa in Sicilia ecc. Non vorrei credere.
Non posso dimenticare un natale senza Fiera di Artigianato e mercatini con odore di frittelle.

ma… se potete stare in famiglia o con qualcuno comunque, godete anche questo natale ridotto. Sarà un natale speciale e indimenticabile.
Vi auguro, come mi avete fatto, la vostra salute e salute della vostra famiglia. Difficoltà? Divertiamocela anche, se alla salute possiamo fare tutto.

Ogni anno scrivevo un ringraziamento sulla bacheca Facebook ma questo anno non potevo scrivere in poche parole quindi ho scritto qua così.
Ancora vi ringrazio davvero tanto.
Abbiate cura (e anche la pazienza), stiate bene.
Ce la faremo!!
Tanti tanti auguri.